10 anni di progressi

Dieci anni dopo l’entrata in vigore, il trattato internazionale di messa al bando delle bombe a grappolo, sta avendo un impatto significativo nell’eliminazione di queste armi, nell’assistenza ai paesi contaminati e nella costruzione di un forte stigma contro le bombe cluster.

Mine Action e Covid19

Sapersi proteggere non è sempre una scelta, articolo a firma del dott. Schiavello direttore della ItCBL membro della @International Campaign to Ban Landmines.
L’ articolo è parte dell’aggiornamento dedicato allo sviluppo del Covid19 e ai suoi riflessi sugli equilibri geopolitici mondiali disponibile da sabato 3 ottobre nelle librerie.

X Anniversario CCM

Ad oggi sono 108 i Paesii
che hanno aderito a questo trattato umanitario che vieta l’impiego, la fabbricazione,
il trasferimento e il deposito di munizioni a grappolo. Altri 13 paesi hanno firmato ma non ancora ratificato
la CCMii . Tra i 76 paesi che ancora non hanno aderito troviamo Argentina, Brasile e Stati Uniti.